Ad Arezzo bambini ‘giornalisti’ intervistano il volontariato

AREZZO. Sono diventati ‘giornalisti’ per un giorno per intervistare, in occasione di una conferenza stampa pubblica, i rappresentati del mondo del volontariato aretino dopo un percorso di formazione durato oltre due mesi. E’ la singolare e innovativa iniziativa dal titolo “Giornalisti per… I Bambini raccontano il volontariato” promossa dalla Delegazione Cesvot di Arezzo con la collaborazione del Comune di Arezzo nata per diffondere la cultura della solidarietà promuovendo lo scambio tra scuola e associazioni.

In una sala stampa gremita, tante sono state le domande poste ai volontari come ad esempio: “Come fate a trovare il coraggio e a gestire situazioni difficili?” “Gli anziani che aiutate sono contenti se andate a casa loro e che cosa ci andate a fare’” “Perché le persone abbandonano gli animali?” “Come si fa a sorridere di fronte alla sofferenza?” “perchè si sceglie di essere donatori di sangue?””Come fate a convincere i bambini ad andare in una nuova famiglia?”.

Gli alunni della scuola primaria “Pier Tommaso Caporali” di Giovi, nella sala Giostra del Saracino del Comune di Arezzo, hanno così avuto la possibilità di mettere in pratica gli insegnamenti dei giornalisti (hanno aderito le redazioni di La Nazione, Corriere di Arezzo, Teletruria, Tsd, Arezzo Tv, Arezzonotizie.it) incontrati in occasione degli appuntamenti organizzati nelle redazioni aretine in questi mesi.

La conferenza stampa di oggi sarà anche materiale per un breve documentario e uno spot realizzati dai registi Maria Erica Pacileo e Fernando Maraghini con le musiche originali del Maestro Ivan Collini che rappresenteranno la nuova campagna di Cesvot per il 2017. L’anteprima del nuovo spot sarà proiettata al Teatro Pietro Aretino il prossimo 26 novembre ore 16 per l’evento aperto al pubblico che rappresenterà la conclusione dell’iniziativa di Cesvot.

“E’ stata un’esperienza magnifica – spiegano Leonardo Rossi, presidente della Delegazione Cesvot di Arezzo e Michela Cerbai, operatrice territoriale di Cesvot e ideatore del progetto – gli alunni hanno partecipato con grande entusiasmo così come le tante persone coinvolte in questo progetto che sicuramente ha avuto il pregio di unire, attraverso questi ragazzi, il mondo dell’associazionismo, e quello dell’informazione. Siamo consapevoli dell’importanza che progetti come questo possono avere nel processo di sensibilizzazione e sviluppo dei nostri ragazzi e il Cesvot, per questo motivo, lavorerà in questa direzione anche per i prossimi anni. Ci auguriamo che il materiale che andremo a presentare al Teatro Piero Aretino sarà accolto con la stessa energia che ci ha accompagnato in questi ultimi mesi.”

Il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli: “sono veramente contento che siate tutti qui a parlare di volontariato. La nostra è una città particolare, che trova nel volontariato un supporto fondamentale e dimostra la voglia dei cittadini di donarsi. Credo sia un ‘effetto’ del nostro santo patrono, San Donato, che ha trasmesso agli aretini il valore della generosità”.

L’assessore alle politiche sociali, familiari e scuola Lucia Tanti: “è stata una sfida che abbiamo vinto, fare uno spot per il volontariato e del volontariato. Quando è stato presentato questo progetto mi ci sono subito appassionata. Abbiamo permesso al volontariato della città di presentarsi con il volto più bello, abbiamo presentato la scuola come luogo non solo di cultura ma di formazione e i bambini trasmetteranno quanto appreso ai propri genitori, inoltre abbiamo interagito con coloro che tutti i giorni raccontano la città. E’ l’alleanza delle cose buone che produce risultati ancora migliori. Grazie, quindi, al Cesvot che ci ha permesso di fare un’esperienza così straordinaria”.

@VolontariatOggi

Print Friendly