3 settembre 2014

Adozioni internazionali: Regione Toscana a sostegno delle coppie che hanno contratto prestiti

ph. Gabriele Ghinelli (cc flickr)

FIRENZE. Adozioni internazionali: Regione Toscana a sostegno delle coppie che hanno contratto prestitiUn contributo di 200 mila euro messo a disposizione dalla Regione per la copertura degli interessi maturati sui prestiti contratti dalle coppie residenti in Toscana durante il percorso di adozione internazionale. Pochi giorni fa è stato pubblicato sul BURT il bando contenente le modalità per accedere al finanziamento regionale. Per la presentazione delle domande c’è tempo fino al prossimo 28 agosto.

Nel bando sono previste due diverse graduatorie, a seconda della posizione delle coppie, rispetto al procedimento adottivo, al momento in cui è entrata in vigore (il 10 dicembre 2009) la legge regionale 70 che disciplina gli interventi di sostegno nei casi di adozioni internazionali. La prima graduatoria riguarda le coppie che in quella data avevano ottenuto il decreto di idoneità ad adottare, senza aver tuttavia concluso il procedimento con la trascrizione del provvedimento di adozione. La seconda invece riguarda le coppie che, dopo il 10 dicembre 2009 (e fino al periodo di validità del bando), hanno già concluso il procedimento avendo ottenuto il decreto di idoneità ad adottare e la trascrizione del provvedimento di adozione.

Requisiti di entrambi i componenti della coppia per avere accesso alle graduatorie: residenza in un Comune toscano, titolarità di un reddito imponibile complessivo, ai fini IRPEF, non superiore a 70 mila euro, conferimento di incarico ad un Ente Autorizzato all’adozione internazionale, attivazione di un prestito per la copertura delle spese, ottenimento del decreto di idoneità ad adottare e, solo per la seconda graduatoria, trascrizione del provvedimento di adozione nei registri dello Stato Civile.

La presentazione della domanda al Settore ‘Politiche di contrasto al Disagio Sociale’ della Regione Toscana (via di Novoli 26, 50127 Firenze) può avvenire in vario modo: posta ordinaria, consegna manuale, posta certificata, fax. Informazioni, orientamento e assistenza per compilare le domande si possono ottenere contattando l’URP della Regione Toscana (Numero Verde 800 860070, urp@regione.toscana.it, aperto lunedì, mercoledì e giovedì dalle 9 alle18 ed il martedì ed il venerdì dalle 9 alle 13,30).

Redazione Web GenitoriMagazine

Print Friendly

Comments

  1. Alberto says:

    Questo cosidetto contributo della Regione Toscana è veramente una buffonata ! Un irrisorio contributo ideato solo per farsi pubblicità ma che in concreto è solo una goccia nell’oceano dei costi dell’adozione internazionale.

Lascia un commento

*