Quando l’alternanza scuola-lavoro è fatta bene fa anche del bene