Banca Etica partecipa al summit mondiale delle banche etiche riunite nella Global Alliance for Banking on Values

ph. Truthout.org (cc flickr)

VANCOUVER (Canada). La Global Alliance for Banking on Values (GABV) è una rete indipendente composta dalle principali banche che, in tutto il mondo, operano ispirandosi ai principi della finanza etica. I membri della Gabv, tra cui l’italiana Banca popolare Etica che sarà rappresentata dal presidente Ugo Biggeri, si riuniscono a Vancouver in Canada dall’8 al 10 marzo per fare il punto sul crescente movimento mondiale per costruire un sistema finanziario più sostenibile.

La GABV è nata nel 2009 e conta 14 banche aderenti provenienti da Europa, Asia, Nord e Sud America. Oggi queste banche nel loro insieme gestiscono un patrimonio complessivo pari a 26 miliardi di dollari e operano in 24 Paesi. La Gabv mira a raggiungere un miliardo di persone entro il 2020, offrendo un’alternativa credibile all’attuale sistema finanziario che ha provocato l’attuale crisi finanziaria.

Ogni banca aderente alla GABV è unica, ma tutte condividono l’impegno a usare il denaro conferito dai risparmiatori a beneficio delle persone e dell’ambiente. Le decisioni di business sono prese, in primo luogo, per dare risposte ai bisogni umani essenziali e poi valutando come soddisfare tali esigenze in modo finanziariamente sostenibile.

La conferenza internazionale sarà ospitata a Vancouver da VanCity, il più grande istituto di credito di comunità in Canada.

“L’incontro di Vancouver è un’occasione fondamentale per fare il punto sullo stato della Finanza Etica a livello mondiale e per tracciare strategie comuni verso un futuro dove le banche etiche stanno assumendo un ruolo sempre più centrale -dice il presidente di Banca Etica, Ugo Biggeri, in partenza per il Canada-. Questi speciali istituti di credito che hanno fatto della trasparenza e della produzione di valore sociale la propria mission stanno dimostrando, in questo momento di crisi, di essere capaci di proporre un modello economico sostenibile, di dare credito all’economia reale e riscuotono sempre maggiori consensi agli occhi dell’opinione pubblica. Credo questo possa essere un momento di networking importante, il luogo giusto per trovare nuove alleanze e far sentire la nostra voce a livello internazionale.”

La conferenza comprenderà due eventi pubblici l’8 marzo. Il primo è un pranzo presso il Pan Pacific Hotel intitolato Banche per cambiare il mondo: la gente, la prosperità e una nuova prospettiva. L’altro evento pubblico è un dialogo sulle attività bancarie sostenibili intitolato “Values-Based Banking: Finanziare il futuro di un mondo che cambia”, in programma presso il  Centre for Performing Arts di Vancuver, all’evento parteciperanno: Naomi Klein, Stewart Wallis (direttore esecutivo della  New Economics Foundation, Regno Unito); Tamara Vrooman di VanCity e Peter Blom.

Print Friendly