“Caregiver”: ecco il premio

Ecco il premio per i "Caregiver"

FIRENZE. Il BRAVE Awards, programma internazionale volto ad offrire un riconoscimento per quelle persone che quotidianamente si adoperano per fornire cure ed assistenza, apre l’accettazione per le candidature. Ideato e implementato a livello internazionale da Shire plc, società specialistica biofarmaceutica, il programma ha l’obiettivo di riconoscere il coraggio e la dedizione dei “caregivers” non professionisti, premiando gli eroi di tutti i giorni che prestano cure assistenziali regolari e consistenti ad un’altra persona. Fino al 17 giugno 2012 sarà possibile candidarsi al BRAVE Awards 2012 accedendo al sito ufficiale. I vincitori saranno comunicati a novembre 2012. L’individuazione della candidatura è semplice: considera una persona che tu ritieni essere un prestatore di opera
assistenziale meritevole di riconoscimento, visita il sito web per saperne di più e compila il form online.
Un Comitato di Selezione composto da dipendenti Shire e non sceglierà i finalisti. A quel punto, tutti i dipendenti Shire nel mondo saranno invitati a selezionare, attraverso un sistema di votazione online, fino a 10 vincitori del premio tra i finalisti designati e ciascun vincitore riceverà 10.000$ o una somma equivalente nella valuta del paese di riferimento.

I caregivers volontari sono spesso degli eroi ignorati e il BRAVE Awards vuole riconoscere il ruolo importante, e a volte sottovalutato, che la famiglia, i vicini, e gli amici giocano nella vita altrui in tutto il mondo” sostiene Angus Russell, Shire Chief Executive Officer.

Un caregiver è definito da Shire una persona che fornisce in modo volontario un’assistenza continuativa e consistente ad un’altra persona. Il caregiver può essere un parente, un vicino o un amico che offre regolarmente il proprio tempo, il supporto e la compassione aiutando altre persone che sono parzialmente o completamente impossibilitate a prendersi cura di se stesse. Il caregiver non può essere un medico o assistente sanitario e non può ottenere alcuna ricompensa formale del suo impegno. Medici, infermieri e staff ospedaliero o altri operatori sanitari non possono essere candidati. I candidati dovranno aver compiuto 18 anni alla data del 15 marzo 2012.

Il BRAVE Awards di Shire nel 2012 è esteso a dieci Paesi – Australia, Belgio, Canada, Francia, Germania, Italia, Spagna, Svizzera, UK e USA. Non ci sono restrizioni sulla tipologia di cura prestata e il ricevente delle cure non deve avere prescrizione di farmaci o un trattamento medico di Shire. Il programma è stato implementato nel rispetto della privacy e assicura la segretezza dei dati, secondo la Policy di Shire. Il BRAVE Awards rientra nello spirito della cultura BRAVE di Shire, che promuove un ambiente volto a incoraggiare i propri dipendenti e i partners ad agire con integrità, a creare nuove soluzioni che facciano la differenza, ad agire per i bisogni altrui, per cercare di migliorare ogni giorno e per dare esempio di fiducia e lealtà attraverso il lavoro di squadra.

Print Friendly

Commenti

  1. E’molto importante la solidarietà quando si esprime nella discrezione e nel sentimento di ciascuno che sente la vita come una missioneed affronta i giorni offrendo agli altri spazi di tempo sottratti al proprio tempo libero.
    Complimenti e spero che altre Imprese copino il Vs.esempio.