30 agosto 2014

Dossier Caritas 2014 sulle povertà in Toscana: domani la presentazione

Emergenza Caritas Toscana

Emergenza Caritas Toscana

FIRENZE. “Quando disoccupazione e precarietà abitativa spingono ai margini”. Questo il titolo del “dossier Caritas 2014 sulle povertà in Toscana” che viene presentato – con i dati dei Centri d’ascolto delle Caritas sparsi in tutta la regione – alle ore 11:00 di domani, giovedì 12 giugno 2014. [Leggi]

Violenza sulle donne: i dati della FRA

violenceVIENNA. Adulte, ma anche bambine; tra le mura di casa, ma anche sul lavoro, nell’ambito pubblico e su internet. Abusate sessualmente o psicologicamente, o ancora picchiate. La violenza di genere è oggi in tutto il mondo un fenomeno pervasivo, una violazione di diritti umani contro la quale misure efficaci devono esser immediatamente adottate. Ad affermarlo con forza è la più grande indagine condotta a livello mondiale sul tema: si tratta del nuovo rapporto diffuso dall’Agenzia dell’Unione europea per i diritti fondamentali (FRA).

VIOLENZA SESSUALE – I dati emersi dalla ricerca riguardo agli abusi sessuali sono allarmanti. Ben il 33% delle donne intervistate afferma di aver subito violenza fisica e/o sessuale dall’età di 15 anni, il 22% da parte del partner. Il 5% è invece stata vittima di stupro: quasi una donna su 10 afferma di aver subito violenza di gruppo. La violenza sessuale subita in età infantile mostra percentuali piuttosto alte. Il 33% delle intervistate dice di aver subito una qualche forma di abuso o molestia in tenera età. Ben il 12% dichiara specificatamente di aver vissuto violenze di tipo sessuale durante l’infanzia, di cui la metà da parte di sconosciuti.

VIOLENZA PSICOLOGICA E ONLINE – Dilagante anche la violenza psicologica: il 43% del campione dice di averne subito una qualche forma, tra cui l’umiliazione pubblica, l’obbligo di non uscire di casa, la costrizione alla visione di materiale pornografico e minacce di violenza.
I mezzi di comunicazione rappresentano canali attraverso cui la violenza ai danni delle donne viene perpetrata. Ben il 18% delle intervistate ha rivelato di essere stata vittima di comportamenti e atti persecutori, come lo stalking, dall’età di 15 anni e il 5% nel corso dei 12 mesi precedenti l’intervista. Il 21% delle donne che hanno subito stalking ha dichiarato che tale comportamento è durato oltre 2 anni. L’11% delle donne ha subito avance inopportune sui social network oppure ha ricevuto messaggi di posta elettronica o SMS con riferimenti sessuali espliciti; il 20% delle giovani facenti parte del campione (18-29 anni) è stato vittima di tale violenza online.

DALLA FRA UN RICHIAMO URGENTE ALL’AZIONE – I dati rivelano rivelano un messaggio chiaro: occorre fare qualcosa subito. E la consapevolezza di politici e istituzioni rappresenta il primo passo verso il cambiamento. “I dati di questa indagine non possono e non devono essere ignorati – ha affermato il direttore della FRA Morten Kjaerum –. L’indagine mostra che la violenza fisica, sessuale e psicologica contro le donne è una violazione dei diritti umani diffusa in tutti gli Stati membri dell’UE. L’ entità enorme del problema evidenzia che la violenza contro le donne non si ripercuote solo sulla vita di alcune di esse, ma incide ogni giorno sulla società nel suo complesso. Pertanto, i responsabili politici, la società civile e gli operatori attivi in prima linea sono tenuti a rivedere le misure volte a contrastare tutte le forme di violenza contro le donne, ovunque esse avvengano. Dall’indagine emerge la necessità di rafforzare le misure esistenti per contrastare la violenza contro le donne”. L’impegno contro la violenza di genere è una questione di interesse collettivo. Alla luce di simili risultati, a esser chiamati in causa dalla FRA sono dunque non solo i politici nazionali ed europei, ma anche figure come datori di lavoro, operatori sanitari e fornitori di servizi Internet.
È a tutte queste categorie che l’Agenzia dell’Unione europea per i diritti fondamentali avanza una serie di proposte. Tra queste la ratifica da parte degli Stati membri dell’UE della Convenzione di Istanbul, un adeguamento degli strumenti giuridici volti a contrastare ogni forma di violenza esercitata in qualsiasi ambito e contesto, una formazione adeguata a figure come operatori sanitari, datori di lavoro e forze dell’ordine per un sostegno fattivo alle vittime di violenza, una più efficacie e sistematica raccolta di dati sul fenomeno della violenza di genere.

Per leggere il report completo clicca qui.

Presentazione del libro “La risacca” di Pierre Carniti

ROMA. Si svolgerà a Roma lunedì 24 giugno la prima presentazione del libro “La Risacca. Il lavoro senza lavoro”, scritto da Pierre Carniti, Segretario nazionale della CISL negli anni ’80 e successivamente Presidente della Commissione d’Indagine sulla povertà. Un testo nel quale viene posto l’accento sulla tanta finta agitazione riguardo al tema della disoccupazione (una “risacca”, appunto) e sull’esigenza di sperimentare strade nuove e coraggiose, a partire dalla prospettiva della solidarietà e della redistribuzione. I ricavi della diffusione del libro contribuiranno a finanziare le attività sociali di “Dignità del Lavoro”, la cooperativa sociale di cui sono socio, impegnata in Calabria per l’inclusione – attraverso il lavoro – di persone a rischio di marginalità. Per informazioni clicca QUA.

 

 

Festa delle Acli Toscana

SI svolgerà a Massa dal 27 al 29 giugno prossimi la festa regionale delle Acli della Toscana. Tre giorni di eventi e dibattiti sui temi politici e sociali di attualità. Per consultare il programma clicca QUA.

Volontariato in Festival. A Lucca il 21 e 22 giugno

A due mesi dalla conclusione del Festival del Volontariato, il Centro nazionale per il volontariato organizza una festa di ringraziamento per tutti i volontari delle associazioni, le istituzioni e le categorie economiche delle città (oltre naturalmente per tutti coloro che hanno contribuito con la propria disponibilità al grande successo della manifestazione). L’appuntamento è in programma sabato 22 giugno a Lucca (Villa Bottini, via Elisa 9, ore 15). [Leggi]

Storie di giovani e volontariato. La solidarietà si racconta a Prato

PRATO. Raccontare il volontariato attraverso gli occhi dei giovani che fanno le loro prime esperienze nel sociale. Stasera, mercoledì 5 maggio, alle 21, al giardino Banci Buonamici, l’iniziativa “Storie di giovani e volontariato” promossa dalla delegazione Cesvot di Prato in collaborazione con l’assessorato alle Politiche Sociali della Provincia. Durante la serata sarà proiettato il video realizzato insieme agli studenti delle tre scuole superiori che hanno preso parte agli stage organizzati all’interno delle associazioni di volontariato del territorio con il progetto “Scuola e volontariato”. [Leggi]

La mutualità territoriale: teorie, forme e pratiche. Iscrizioni aperte per la Summer School di Fortes

SIENA. Sarà dedicata al tema della mutualità territoriale la terza Summer School di Fortes, la scuola di alta formazione nata dalla volontà di Fondazione Mps, Provincia di Siena e Cesvot. L’iniziativa culturale è rivolta a 30 dirigenti e quadri del terzo settore, della pubblica amministrazione e dell’impresa e si svolgerà a Siena dal 3 al 7 luglio 2013. [Leggi]