2 settembre 2014

AAA… Contro la sclerosi multipla supereroi cercasi

Alcuni soci di una sezione AISM

Alcuni soci di una sezione AISM

ROMA. A Settembre, riparte la campagna di reclutamento dei volontari AISM con un Open Day delle Sezioni AISM in quasi tutte le città italiane si potranno riceve informazioni sulla possibilità di svolgere volontariato in AISM per approfondire i temi sulla disabilità e conoscere meglio le attività dell’Associazione. All’interno dell’associazione operano 8000  volontari, ogni anno ne entra di nuovi 1000 disponibili a impegnare il proprio tempo in una scelta di valore. [Leggi]

Colombia: ancora scontri tra esercito e guerriglia

Abitazione colpita a Bellavista

Abitazione colpita a Bellavista

LEGNAGO. Lo scorso 22 agosto,  durante uno scontro tra Esercito colombiano (Brigada Movil XI) e guerriglieri delle FARC, avvenuto nel villaggio di Bellavista, le forze armate colombiane si sono difese sparando ad altezza uomo colpendo diverse case della popolazione, altri beni e capi di bestiame. [Leggi]

Tutti i bambini di Gaza hanno bisogno di supporto psicologico

I resti di un paese dopo un conflitto

I resti di un paese dopo un conflitto

ROMA. Save the Children, accoglie con sollievo l’accordo di cessare il fuoco fra Israele e la Palestina e di garantire il benessere dei bambini di Gaza e Israele.

SITUAZIONE ATTUALE -Nelle ultime 7 settimane, una media di 12 bambini sono stati uccisi e 77 sono rimasti feriti ogni giorno – 25 dei quali si sono ritrovati con disabilità permanenti. Ogni giorno, una media di 6 scuole sono state danneggiate, 435 famiglie hanno perso le loro case e 37 bambini sono rimasti orfani. Tutti i bambini di Gaza, che costituiscono la metà degli 1,8 milioni di persone che vivono a Gaza -  hanno bisogno di un qualsiasi tipo di sostegno psicosociale, a giudizio delle Nazioni Unite. [Leggi]

Un viaggio con lo chef al salone del gusto e terra madre

Uno stand del salone del gusto

Uno stand del salone del gusto

TORINO. L’appuntamento Torinese  permette di vivere in un sol colpo una e mille esperienze ricche di cultura materiale, di conoscere attraverso parole e aromi tradizioni lontane e diversissime tra loro, senza muoversi da Torino. [Leggi]

Partita di calcio per la pace. La FAO sottolinea legame tra fame e conflitti

Graziano Da Silva

Graziano Da Silva

ROMA. La FAO ha dichiarato che riducendo le cause che alimentano tensioni sociali e conflitti civili, si faranno grandi progressi nella lotta per sconfiggere fame e malnutrizione. Il prossimo 1 Settembre allo Stadio Olimpico di Roma  si terrà la “Partita per la Pace”, un evento calcistico interreligioso. Il direttore generale della FAO sostiene che oltre 840 milioni di persone su questo pianeta non hanno cibo a sufficienza, e in troppe situazioni, il conflitto è uno dei fattori principali dietro fame e malnutrizione.Prevenire e risolvere i conflitti è fondamentale per sradicare la fame e la malnutrizione. Infatti, senza la pace non si può porre fine alla fame, e senza porre fine alla fame, non può esserci pace. [Leggi]

Salone del gusto e terra madre: ecco i nuovi presidi internazionali

Prodotti in mostra

Prodotti in mostra

TORINO. Tutto è pronto per accogliere i nuovi arrivati nella grande famiglia dei Presidi, il progetto della Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus, che dal 2003 tutela e promuove prodotti a rischio di estinzione. Gli obiettivi di questa iniziativa sono di tipo economici, sociali, ambientali e culturali. L’iniziativa ha contribuito a tutelare oltre 400 realtà in ogni angolo del pianeta. [Leggi]

Save the Children sempre più minori a rischio di sfruttamento

Bambino oggetto di sfruttamento minorile

Bambino oggetto di sfruttamento minorile

ROMA.  Secondo i recenti dati sono più di 5 milioni i minori vittime di lavoro forzato o a rischio di sfruttamento sessuale e lavorativo. Nel 2010 le vittime accertate e presunte di tratta erano oltre 9.500, di cui il 15% costituito da minori con un incremento pari al 18% nel triennio 2008-2010.  Se l’Italia nel 2010 si segnalava tra i paesi europei con il record negativo di 2.400 vittime (50% in più del 2008 ma in leggero calo rispetto alle 2.142 del 2009), guardando al solo ambito del lavoro, secondo la ricerca Game Over pubblicata nel 2014 da Save the Children e Associazione Bruno Trentin, si segnalano ben 28.000 i minori tra i 14 e i 15 anni  coinvolti in attività definibili a rischio di sfruttamento, svolte in contesti familiari il 43% o, se esterni, principalmente nei settori della ristorazione il 43%, dell’artigianato il 20% e del lavoro in campagna il 20%.  [Leggi]