21 ottobre 2014

Trucchi (Misericordie): “Non può bastare un semplice temporale per mandare ogni volta la Maremma sott’acqua”

Il Presidente della Confederazione (ph.misericordie.it)

Il Presidente della Confederazione (ph.misericordie.it)

FIRENZE. “Ci risiamo purtroppo. Bisogna fare qualcosa di strutturale che eviti queste situazioni. Ci sono persone che hanno appena rimesso a posto case e aziende dall’alluvione di due anni fa e sono da capo. Non può bastare un semplice temporale, per quanto violento, a creare situazioni di questa natura. Io vivo qui da 50 anni e non ricordo situazioni di questo tipo. [Leggi]

Emergenza Genova, attivata la colonna mobile nazionale Anpas

Anpas in azione a Genova

Anpas in azione a Genova

GENOVA. In seguito agli effetti dell’alluvione che ha colpito la Liguria e Genova, Regione Liguria e Dipartimento Nazionale della Protezione Civile hanno attivato Anpas per far arrivare nel capoluogo ligure risorse aggiuntive del Sistema Nazionale, per fronteggiare l’emergenza in corso. Sono in arrivo a Genova cento volontari, specializzati in interventi di emergenza idrogeologica con pompe idrovore, moduli alta pressione, macchine per movimento terra, provenienti da Lombardia, Emilia Romagna e Toscana. [Leggi]

Poletti show a Bertinoro: “Portiamo ai piani alti l’economia civile, ma sulla riforma del lavoro non ci piegheremo”

#gdb2014

#gdb2014

BERTINORO. È di casa alle Giornate di Bertinoro il ministro del lavoro Giuliano Poletti. Arriva in silenzio intorno alle 11, senza le contestazioni che qualcuno temeva. Si siede al tavolo e ascolta gli interventi di Annibale D’Elia e Claudia Fiaschi, la quale, con un intervento competente e appassionato, gli serve un assist sul tema che tutti vogliono sentirgli commentare.  “Non c’è welfare -afferma Fiaschi- se non c’è più e nuovo lavoro. E i nostri ragazzi devono giocare prima sul mercato del lavoro”. [Leggi]

Terzo settore, una riforma col “turbo”. Ma la rivoluzione è un’altra

#gdb2014

#gdb2014

BERTINORO. La riforma del terzo non la porterà Babbo Natale, ma poco ci manca. Il sottosegretario al lavoro e alle politiche sociali Luigi Bobba, che ha aperto la seconda delle Giornate di Bertinoro, conferma infatti i temi della riforma. “L’obiettivo è l’approvazione entro dicembre in almeno uno dei rami del Parlamento”, dice. Bobba non si ferma alle scadenze e conferma anche l’intenzione di estendere il campo dell’impresa sociale “che insieme al servizio civile, coi suoi 100 mila posti entro il 2017, rappresenta il turbo di questa riforma”. [Leggi]

Il dramma di Genova. Salta la Biennale, spazio alla “prossimità” dei volontari

Alluvione a Genova

Alluvione a Genova

GENOVA – Moltissimi i volontari impegnati in queste ore a Genova nella gestione dell’emergenza alluvione. Tra questi anche i volontari Anpas, al lavoro nonostante le due sedi danneggiate. Ancora attivi sugli interventi 118, in protezione civile, sul monitoraggio del territorio, nell’assistenza agli sfollati. Del resto a causa dell’emergenza maltempo e della drammatica situazione in cui versa la città è stata annullata anche la “Biennale della prossimità”, tappa ligure degli eventi del terzo settore che aderiscono al network nazionale “I cantieri del bene comune”. [Leggi]

Giornate di Bertinoro, via col botto. Istat: “Cresce il non profit. Più 40% di addetti e 1,5 milioni di nuovi volontari”

#GDB2014

#GDB2014

BERTINORO – E’ iniziata oggi la quattordicesima edizione delle Giornate di Bertinoro per l’economia civile, tradizionale appuntamento promosso da AICCON che quest’anno ha riunito oltre 200 partecipanti provenienti da tutta Italia per stimolare il confronto  sui nuovi modelli di sviluppo sostenibile. Quest’anno anche tanti studenti universitari  presenti al GdBOFF, lo spazio dedicato ai giovani. Le due giornate di lavoro si concentreranno sul tema del dualismo e della co-produzione, un filo conduttore che accenderà il dibattito sulle risorse ed i luoghi di co-produzione generativi di innovazione sociale e sul ruolo delle famiglie, comunità e imprese nella produzione di welfare. [Leggi]

L’Economia Civile lancia la sfida della co-produzione. Al via Le Giornate di Bertinoro

PaoloVenturiLe trasformazioni strutturali che stanno attraversando il nostro Paese richiedono, oggi più che mai, il passaggio da un welfare re-distributivo ad un welfare generativo, dove “le persone che usano i servizi contribuiscono a produrli”. Infatti, all’interno del processo di co-produzione il cittadino passa da fruitore passivo di servizi (come accadeva negli anni ’50-’60) o consumatore (anni ’80-’90) a co-produttore. La co-produzione può essere – quindi – interpretata come una nuova cultura e un nuovo stile di lavoro della produzione di servizi alla persona: l’ideazione, l’implementazione e la valutazione del servizio devono essere il risultato di un processo collaborativo in cui le persone destinatarie dei servizi contribuiscono alla loro produzione. [Leggi]