UID174STX142CRT

Come cresce il “secondo welfare”: a Torino la presentazione del Terzo Rapporto

TORINO. I cambiamenti demografici, i mutamenti delle strutture familiari, i nuovi rischi e bisogni legati all’evoluzione del mondo del lavoro, l’aumento di fenomeni quali povertà e migrazioni: sono tutti fattori che quotidianamente influenzano, e sempre più influenzeranno, il nostro modo di vivere. Si tratta di sfide complesse che richiedono risposte strutturate e urgenti, che inevitabilmente stanno condizionando anche la tenuta del nostro sistema sociale. Negli ultimi anni infatti il welfare pubblico, anche a causa dei vincoli di bilancio imposti dall’attuale situazione economica, ha faticato a garantire risposte adeguate ai bisogni crescenti dei cittadini, che si trovano spesso soli e in difficoltà nell’affrontarli.

In questo contesto non certo semplice si sta tuttavia assistendo allo sviluppo di numerose esperienze di secondo welfare, ovvero interventi pensati, sviluppati e implementati da soggetti privati, sia profit e non profit, che vanno ad inserirsi sussidiariamente laddove lo Stato non riesce più ad arrivare. Si tratta di azioni messe in campo da imprese private, assicurazioni, banche, fondazioni, cooperative, imprese sociali, altre realtà del terzo settore, nonché associazioni datoriali, organizzazioni sindacali e enti bilaterali che, con modalità differenti, hanno scelto di confrontarsi con la necessità di sviluppare risposte che possano positivamente integrare il welfare pubblico a favore dei cittadini.

Su questi temi si concentrerà il Terzo Rapporto sul secondo welfare, che offrirà una sintesi degli ultimi due anni di ricerche svolte dal Laboratorio Percorsi di secondo welfare, segnerà la fine del terzo ciclo del progetto e lancerà le proposte per il biennio 2018-2019. L’evento si svolgerà martedì 21 novembre 2017, dalle 14.00 alle 17.30, presso l’Auditorium del grattacielo Intesa Sanpaolo di Torino (Corso Inghilterra, 3). L’ingresso in sala sarà possibile dalle 13.30 previa segnalazione della propria partecipazione all’indirizzo segreteria@centroeinaudi.it.

I lavori della giornata saranno aperti dai saluti di Gian Maria Gros-Pietro, Presidente di Intesa Sanpaolo, e Salvatore Carrubba, Presidente del Centro Einaudi. Seguirà l’intervento di Maurizio Ferrera e Franca Maino, rispettivamente Scientific Advisor e Direttrice di Percorsi di secondo welfare, che porteranno all’attenzione del pubblico i contenuti del Rapporto sottolineando le principali evidenze emerse nel corso della ricerca.

Nella seconda parte del pomeriggio si svolgeranno due tavole rotonde durante le quali diversi stakeholder si confronteranno sui contenuti del Rapporto. Alla tavola rotonda “Imprese, sindacati, assicurazioni e banche alla prova del secondo welfare”, moderata da Salvatore Carrubba, Presidente del Centro Einaudi, interverranno Francesca Dattilo, Responsabile Relazioni Istituzionali Edenred Italia, Sabrina Marcuzzo, Responsabile Ufficio Nuovi Mestieri di Intesa Sanpaolo, Gigi Petteni, Segretario Confederale CISL e Mario Vadrucci, Membro Segreteria Nazionale di Confartigianato. La seconda tavola, dedicata al tema “Perché il secondo welfare sta cambiando la filantropia”, sarà moderata da Patrik Vesan, docente dell’Università della Valle d’Aosta, e vedrà la partecipazione di Antonia Autuori, Presidente della Fondazione della Comunità Salernitana, Gaela Bernini, Responsabile progetti scientifici e sociali di Fondazione Bracco, Simone Castello, Responsabile del Centro Studi di Fondazione Lang Italia e Monica Villa, Vice Direttore dell’Area Servizi alla Persona di Fondazione Cariplo. Le conclusioni saranno affidate a Francesco Profumo, Presidente della Compagnia di San Paolo.

Il programma della presentazione nazionale del Terzo Rapporto sul secondo welfare in Italia è consultabile qui.

@VolontariatOggi

Print Friendly