Decine di profughi siriani arrivati in treno da Taranto alla Stazione di Milano dove Comune e Protezione civile hanno allestito brandine e portato cibo e acqua, 10 Giugno 2014. ANSA/ DANIELE MASCOLO

Gara di solidarietà alla stazione di Milano – #RassegnaStampa

Alla Stazione Centrale di Milano è scattata una gara di solidarietà. Singoli cittadini, associazioni e cooperative si sono attivati per aiutare a gestire l’emergenza profughi. Lo racconta stamani Avvenire. Diego Motta, sempre su Avvenire, scrive che nel 2014 ci sono state 12mila nascite in meno rispetto all’anno prima. Infine gli immigrati irregolari bloccati alla frontiera di Ventimiglia: hanno passato la loro quinta notte consecutiva all’aperto e sulla loro condizione si sono accese grandi polemiche (su La Stampa).

E alla Stazione Centrale grande gara di solidarietà su Avvenire, di Alessandro Beltrami
Un certo punto abbiamo dovuto mandare via la gente. Avevamo ricevuto troppa roba, al punto che siamo stati costretti a trovare un magazzino d’urgenza». Nelle parole di Susy lovieno, coordinatrice dei volontari del Comune di Milano, in Stazione Centrale è una vera e propria gara di solidarietà. Singoli cittadini, associazioni, cooperative. «In questi giorni sono arrivati in centinaia ad aiutare. […]

“Solo un Piano Marshall per l’immigrazione potrà salvare l’Europa” su Repubblica, di Fabio Gambaro
«L’emergenza immigrazione rivela tutte le nostre debolezze e paure». Per l’antropologo Marc Augé, quello che accade in questi giorni tra il Mediterraneo e l’Europa è il sintomo di una società in difficoltà, senza più progetti e convinzioni forti. «Le tensioni provocate dall’arrivo dei migranti rivelano soprattutto il malessere acuto dei nostri paesi», spiega lo studioso francese autore di diversi saggi, tra cuiLe nuove paure (Bollati Boringhieri) e L’antropologo e il mondo globale (Raffaello Cortina). […]

“Solo con una finanza più giusta si può sconfiggere la povertà” su Il Sole 24 Ore, di Paolo Mastrolilli
Una regina al servizio dei più poveri. Con i fatti, lavorando per l’inclusione finanziaria, che è indispensabile per sollevarli dall’indigenza e favorire lo sviluppo nei loro Paesi d’origine. Stiamo parlando di Sua Maestà la Regina Máxima d’Olanda, che oggi sarà a Milano per intervenire al primo International Day of Family Remittances, una conferenza organizzata per facilitare le rimesse degli immigrati e l’uso per lo sviluppo.[…]

Migranti, no di Parigi. Il premier attacca: «Toni muscolari» su Corriere della Sera, di Stefano Montefiori
Alla vigilia del vertice europeo di oggi in Lussemburgo, centinaia di immigrati irregolari bloccati alla frontiera di Ventimiglia hanno passato la loro quinta notte consecutiva all’aperto e sono stati di nuovo l’occasione di un profondo disaccordo, con toni duri, inusuali, tra Francia e Italia. «Non devono passare, spetta all’Italia farsene carico – ha detto ieri mattina il ministro dell’Interno francese Bernard Cazeneuve alla radio Rmc -. A Ventimiglia non c’è un blocco delle frontiere, ma semplicemente il rispetto delle regole di Schengen e Dublino». […]

In Italia non si nasce più. Mai così male dal 1918 su Avvenire, di Diego Motta
Crescita zero e che i flussi migratori riescono a malapena a compensare il calo demografico dovuto alla dinamica naturale». Continua intanto l’invecchiamento della popolazione italiana: l’età media è 44,4 anni. Il dato è più alto nel Centro-nord (dove supera i 45 anni) mentre nelle regioni del Mezzogiorno il valore è di poco superiore ai 43 anni. A livello regionale l’età media è più elevata in Liguria (48,3 anni) seguita da Friuli-Venezia Giulia, Toscana, Piemonte e Umbria, che presentano valori superiori ai 46 anni. Regioni con valori al di sotto della media nazionale sono Trentino-Alto Adige (42,9 anni), Lazio (44,1 anni), Sicilia (42,9 anni) e Campania (41,5 anni). […]

@VolontariatOggi

 

Print Friendly