Haiti, aggiornamento sui soccorsi. Raccolti 2,6 milioni di euro

United Nations Photo

ROMA. Nelle prime 48 ore che seguono il disastro di Haiti, gli operatori delle Ong di Agire stanno effettuando i primi fondamentali interventi di assistenza sanitaria, di distribuzione di cibo, acqua potabile e cure mediche. “E’ vero che spaventose difficoltà logistiche rendono complesso il lavoro delle nostre organizzazioni, ma non possiamo fermarci: è necessario fare tutto quello che serve per salvare il più alto numero possibile di vite umane e alleviare le sofferenze dei superstiti”, ha detto Marco Bertotto, direttore dell’Agenzia Italiana per la Risposta alle Emergenze. “Soprattutto è indispensabile fare presto. Migliaia di cadaveri a cielo aperto rischiano di diventare veicolo di epidemie”.

Secondo il comunicato diffuso da Agire, gli ultimi rapporti dal campo informano che è in arrivo la portaerei messa a disposizione dal governo americano, che consentirà un netto miglioramento nella capacità di raggiungere le vittime. Intanto, comunque, il lavoro delle Ong prosegue per trasformare la straordinaria generosità dei cittadini italiani, che sino ad ora hanno donato oltre 2,6 milioni di euro, in atti concreti per la popolazione colpita da un disastro di proporzioni inimmaginabili.

“Vogliamo innanzitutto ringraziare chi in queste ore ha dato il proprio contributo. La solidarieta degli italiani e stata ancora una volta enorme. Ma per affrontare le conseguenze di un disastro di dimensioni così vaste servono investimenti straordinari. L’aiuto di tutti e indispensabile”. Cosi conclude Marco Bertotto. L’appello di raccolta fondi per garantire i necessari soccorsi alle popolazioni colpite e sostenere le attivita di emergenza delle Ong italiane attive ad Haiti è sostenuto dal Ministero degli Affari Esteri.

  • Agire: l’intervento sul campo delle Ong

Attiva ad Haiti sin dal 1996, ActionAid ha avviato immediatamente attività di primo soccorso per la popolazione colpita. In supporto al personale già presente, un team altamente specializzato sta raggiungendo Haiti con beni di prima necessità quali rifugi di primo soccorso, coperte, kit per l’igiene personale e contenitori per l’acqua potabile. L’obiettivo di questa prima fase di intervento e di raggiungere il fabbisogno di circa 20.000 persone. Save the Children a Port-au-Prince sta distribuendo kit di primo soccorso che includono coperte, zanzariere, taniche per l’acqua oltre a kit per l’igiene personale. E realizzerà anche aree sicure a misura di bambino, dove i minori potranno giocare, affrontare il trauma subito a causa del terremoto e sentirsi nuovamente al sicuro.

Cesvi è presente con propri operatori umanitari e si sta muovendo dall’area sud occidentale del paese verso la capitale per completare una valutazione dei bisogni umanitari e coordinare i primi interventi di risposta. I 50 operatori di Terre des Hommes hanno iniziato a Port-au-Prince la distribuzione dei primi aiuti: kit alimentari, contenitori per l’acqua potabile e prodotti per l’igiene personale. Nelle prossime ore è previsto l’arrivo di una squadra specializzata per coordinare i successivi interventi a protezione dell’infanzia.

VIS sta intervenendo ad Haiti attraverso gli operatori dei diversi centri Don Bosco presenti nell’isola. I primi soccorsi sono indirizzati a portare in salvo i circa 200 orfani sepolti sotto le macerie di una casa di accoglienza gestita dai salesiani nella capitale Port-au-Prince. Intersos ha deciso di partecipare attraverso la fornitura di beni di prima necessità intervenendo in collaborazione con partner locali. GVC arriverà nell’isola nei prossimi giorni con squadre di soccorso e beni di prima necessità. Coopi e attiva attraverso un’organizzazione partner e ha una squadra specializzata in volo verso Haiti. CISP sta coordinando gli interventi con un suo partner locale.

  • Come donare

Ricordiamo che è possibile effettuare di 2 euro inviando un sms al numero 48541 (Tim e Vodafone) o chiamando il numero da rete fissa Telecom Italia. La numerazione è attiva da oggi fino al 31 gennaio 2010. Altre modalità di donazione: donazioni con carta di credito al numero verde 800.132870; versamento sul conto corrente postale n. 85593614, intestato ad AGIRE onlus, via Nizza 154, 00198 Roma, causale “Emergenza Haiti”; bonifico bancario sul conto BPM – IBAN IT47 U 05584 03208 000000005856, causale “Emergenza Haiti”; donazioni on line dal sito internet www.agire.it.

Print Friendly