albero_natale_gigli_rossi_girasole4

I gigli rossi della cooperativa Il Girasole sugli alberi di Natale del Quartiere 1 di Firenze

FIRENZE. I rossi gigli, in pelle, che fanno mostra di sé sugli alberi di Natale del Quartiere 1, cioè quelli all’ingresso dell’ospedale di Santa Maria Nuova e in piazza della Piccola, vengono da un particolare laboratorio di pelletteria, promosso dalla Cooperativa sociale Il Girasole. Gli addobbi natalizi sono infatti realizzati all’interno di un percorso di inserimento sociale di aggregazione e di apprendimento dedicato a disabili o persone con disagi sociali di età compresa fra i 18 ed i 50 anni.

Seguiti da operatori qualificati in grado di valorizzare le predisposizioni di ognuno, i partecipanti al laboratorio hanno lavorato insieme, imparando a fare squadra, per arrivare alla realizzazione degli addobbi, ma non solo:

“Con il laboratorio LeaTherS WORK vogliamo attivare le competenze necessarie per una più efficace integrazione sociale, relazionale e lavorativa – spiega Claudio Giannini, presidente della Cooperativa sociale Il Girasole – Il lavoro sugli addobbi è servito a stringere una collaborazione con il Quartiere 1 per dare un forte segnale di appartenenza alla comunità e consegnare un messaggio ai cittadini: ‘Le difficoltà non sono un limite ma una potenzialità’”.

Il Girasole è una Cooperativa Sociale che dal 1999 offre servizi innovativi volti a migliorare la qualità della vita delle persone dagli anziani, ai disabili e ai soggetti con patologie psichiatriche, dando risposta ai nuovi bisogni, alle fragilità, alle diverse esigenze legate alla residenzialità e alle autonomie individuali, formulando progetti educativi individualizzati.

@VolontariatOggi

Print Friendly