CIESSEVI_immagini_ventennale (5)

Il Volontariato “che fa curriculum”, a Milano incontro tra Università e non profit

MILANO. Come e con quali strumenti validare e certificare le competenze di chi fa volontariato? Quanto “vale” l’esperienza di volontariato nell’iter di ricerca di un impiego? Quali e quanti progetti di successo in questi anni hanno legato in Città il mondo Universitario con il mondo del Volontariato? Questo sono solo alcune delle domande che comporranno la mattinata di lavori intitolata Il Sapere del Volontariato. Le Università per il volontariato, un momento di riflessione voluto e organizzato da Comune di Milano e Centro di Servizio per il Volontariato Città Metropolitana di Milano e che animerà sabato 10 novembrea partire dalle 10.30, la Fabbrica del Vapore di via Procaccini 4.

Una mattinata di condivisione e approfondimenti, promossa nell’ambito di MiGeneration-net, la rete di associazioni per le politiche giovanili di Milano e inserita nel cartellone di eventi per il Ventennale di CSV Milano. Un workshop che si prefigge di promuovere il confronto e lo scambio tra le Università meneghine sul tema della valorizzazione e promozione delle esperienze di volontariato e che vedrà protagonisti docenti e referenti provenienti da Università degli Studi di MilanoUniversità degli Studi di Milano BicoccaUniversità Commerciale Luigi Bocconi e Università IULM.

Dopo i saluti istituzionali a cura di Laura Galimberti, Assessore all’Educazione e Istruzione e Ivan Nissoli Presidente Ciessevi, partirà la tavola rotonda dal titolo Il valore delle esperienze per le università: quando le università si mettono in gioco per favorire la crescita delle organizzazioni. Un dialogo tra Giorgio Fiorentini (Docente Senior Bocconi e promotore di Campus Life), Paolo Cherubini (Pro-Rettore alla didattica Bicocca), Stefania Romenti (Docente IULM), Paola Bonizzoni (Docente Università degli Studi di Milano) per approfondire il valore della collaborazione tra gli atenei milanesi e il progetto di successo dell’Università del Volontariato che in 6 anni accademici ha visto la partecipazione di oltre 11.000 corsisti erogando 337 corsi e oltre 4000 ore di formazione. A conclusione del Panel, allargando la riflessione dall’esperienza di Volontariato dalle Università ai quartieri della Metropoli, Anna Prat, Dirigente Responsabile dell’Unità di Sviluppo Piano Periferie del Comune di Milano, risponderà invece alla domanda: come si inserisce il volontariato nel processo di rigenerazione dei quartieri?

Il secondo panel, dal titolo Università e volontariato: insieme per gli studenti, opererà un approfondimento sulle opportunità che ogni ateneo ha attivato per avvicinare i propri studenti al mondo del Volontariato. Interverranno Barbara Rosina e Simona Tosca  (Università degli Studi di Milano, COSP) per presentare il neonato UniMi VolunteerLaura Appiani (Università degli Studi di Milano Bicocca) con il Progetto BBtween che ha previsto la validazione, attraverso Open Badges, delle competenze acquisite dagli studenti attraverso percorsi di volontariato in associazioni. Concluderà gli interventi Sonia Giudici (Università Commerciale Luigi Bocconi) presentando il progetto del desk attivato in ateneo 6 anni fa per l’orientamento al volontariato di studenti e docenti.

Sullo specifico tema della valutazione e certificazione delle Competenze, sia a livello nazionale che europeo, sarà incentrato il panel di chiusura Università e volontariato: Le competenze acquisite dalle esperienze di volontariato. La tavola rotonda vedrà protagonisti Elisabetta Perulli (INAPP) a presentare lo scenario italiano ed europeo dei sistemi di validazione e certificazione delle competenze acquisite attraverso esperienze di apprendimento non formale e/o informale. Sergio Di Minica, Account Manager PES (Public Employment Services) di Randstad Italia altresì porterà il punto di vista delle aziende delineando l’importanza delle esperienze di volontariato nel curriculum dei candidati a caccia di impiego. Chiude il panel Glenda Pagnoncelli (CSV Milano) presentando il Progetto europeo Lever Up, modello sperimentale a livello continentale di validazione e certificazione delle competenze dei Volontari.

Per partecipare all’evento è necessario iscriversi, gratuitamente, al seguente link. Per maggiori informazioni e per visionare il programma completo della mattinata, visitare il sito www.csvlombardia.it/milano.

@VolontariatOggi

Print Friendly