la vita oltre il velo

In anteprima sul web la terza puntata di Lettere Italiene

FIRENZE. Si intitola “La Vita oltre il velo l’ultima prime tre puntate della serie Lettere Italieneche approda oggi sul web. Dopo L’importanza di sentirsi in armonia con l’universo e Help me brother”, è la volta dell’episodio tratto dal racconto dalla giovane giornalista Lubna Ammoune e girato dai registi Yuri Parrettini e Federico Micali nell’ambito del progetto Lettere Italiene la web serie realizzata da Cospe, in collaborazione con L’occhio e la Luna e con il finanziamento del Fondo Incoming di Toscana Film Commission.

Il testo da cui prende le mosse la puntata oggi online è quello scritto dalla collaboratrice del magazine Vita, dei siti Vita.it, Yalla Italia e del blog Gli altri siamo noi, pubblicato nella raccolta “Nuove lettere persiane – Sguardi dall’Italia che cambia”, progetto editoriale promosso da Cospe in collaborazione con Internazionale.

Come il titolo lascia intuire, è il velo il tema preponderante. Nel corto stereotipi e pregiudizi frutto di una scarsa conoscenza della cultura dell’altro vengono decostruiti, il tutto grazie all’ironia e alla freschezza della giovane protagonista.

Avete mai visto sorridere le donne velate che i tg e la tv ci mostrano – afferma Lubna –? Narrando la storia di Regina, ho voluto riproporre una delle tematiche più frequenti nelle discussioni sulle donne musulmane e sulla loro integrazione in una chiave diversa, quella dell’autoironia. Credo infatti sia proprio questo lo strumento migliore per rinnovare il confronto e il dialogo su temi importanti come intercultura e integrazione”.

L’episodio è stato pubblicato su Lettere Italiene, sul Corriere.it e su numerosi altri siti. Per sostenere il progetto è ancora possibile dare il proprio contributo su Eppela. Per maggiori informazioni clicca qui.

Fonte: mmc2000

Print Friendly