Barcelona_Homeless_by_Nicolas_R

La guerra degli homeless – #RassegnaStampa

A New York l’emergenza “homeless” è molto elevata, ora sul banco degli imputati è finito soprattutto il sindaco Bili de Biasio. Il reportage us Sette. Su Avvenire la Storia di alcuni ragazzi in cerca di un nuovo futuro, l’articolo è a cura di Alessandra Turrisi.

Mission (quasi) impossible: pace senza rischiare guerra sul Fatto Quotidiano
L’Italia avrà un ruolo importante nella questione] libica”,”c’è bisogno di una strategia”, “Il problema è un altro…” (è sempre un altro). Sentiamo questi mantra dal2011 e le idee si confondono. Il ruolo italiano è tutto da stabilire, la strategia è la missione di assistenza. All’Onu lo si sta già facendo ma compaiono le fotocopie delle direttive precedenti, il tagliare incolla dei piani, la scoperta dell’acqua calda e la logica del “fare qualcosa”, tanto per fare. Un dejà vu di ciò che ha caratterizzato gli strabilianti “successi” delle missioni del passato. La Fiducia nelle Nazioni Unite è pressoché zero e con buone ragioni nonostante l’encomiabile lavoro dei caschi blu. Noi italiani ne sappiamo forse più di altri. Fummo tra i primi sostenitori dell’Onu nella salvaguardia della sicurezza. Dalle missioni all’estero, a partire dal Libano (1982), condotta da soldati di leva e senza  la Nato,fino a quelle di oggi, abbiamo tratto esperienze preziose che ci hanno indotto a cambiare compiti, modello e struttura delle forze armate. […]

La guerra degli homeless su Sette di Massimo Gaggi
A New York l’emergenza “homeless” è sotto gli occhi di tutti e, anche se il problema serio da parecchi anni, ora sul banco degli imputati è finito soprattutto il sindaco Bili de Biasio. […]

Il vescovo voluto dal Papa e la Porta santa nel centro di accoglienza sul Corriere della Sera di Felice Cavallaro
Gli ultimi colpi di martello echeggiano fra i capannoni della missione «Speranza e carità» dove con i suoi 700 ospiti Biagio Conte, il frate considerato a Palermo l’angelo dei senza casa e dei senza niente, completa l’allestimento della porta santa che domenica sarà aperta dal nuovo vescovo, Corrado Lorefice, il «prete di strada» scelto direttamente dal Papa da semplice sacerdote di provincia.Un salto immediato da parroco di Modica ad arciprete metropolita di Palermo, successore di un cardinale. […]

Quei ragazzi in cerca della felicità su Avvenire di Alessandra Turrisi
Sognano un nuovo futuro in Italia, dalle colline di un piccolo centro del Palermitano, dove hanno trovato la loro prima casa. Dodici ragazzi africani trascorreranno il primo Natale in Europa sotto un tetto che profuma di accoglienza e senso di comunità, in perfetto stile salesiano. E non importa se alcuni di loro sono di fede musulmana, la festa unisce, non divide. La comunità di prima accoglienza, gestita dall’associazione “A braccia aperte” all’interno dell’istituto Don Bosco di Camporeale, nella diocesi di Monreale, ospita da qualche mese minori stranieri non accompagnati sbarcati sulle coste siciliane. […]

Benvenuti al sud, qui il welfare si fa in casa su Venerdì Repubblica di Antonella PateteUn tempo di vacche magre per I il welfare c’è chi si inventa sistemi innovativi per provvedere, a costo zero, ai bisogni delle fasce più deboli della popolazione: anziani non autosufficienti, disabili, minori in difficoltà. E per una volta il buon esempio parte dal Sud, dove un consorzio eli 34 cooperative sociali chiamato La Città Essenziale da tre anni realizza piani eli risparmio energetico per le amministrazioni comunali e reinveste i proventi in assistenza domiciliare e servizi alla persona.

Print Friendly