La mediazione culturale arriva anche in ambulanza

BOLOGNA, 3 Dicembre 2018 – Un corso gratuito di mediazione linguistica e culturale per il personale delle ambulanze: è l’iniziativa, senza precedenti in regione, di Euro Project Lab, agenzia ferrarese attiva da anni nel settore della formazione e dei progetti europei.

Aperto a tutti coloro che, per volontariato o professione, operano su autoambulanze e automediche in Emilia-Romagna, sarà in gran parte on-line e si concluderà in febbraio: i partecipanti riceveranno un’applicazione per cellulari, con istruzioni e consigli in varie lingue, specie extra-europee, utilizzabile sul campo.

L’iniziativa rientra nel progetto triennale B.I.C.A.S., cofinanziato dal programma Erasmus+ dell’Unione Europea, e vede l’Italia, attraverso la società di Ferrara, partner di quattro Paesi: Austria, Germania (capofila), Polonia e Spagna.

Spiega Alexandra Storari, presidente di Euro Project Lab: “Soccorrere un ferito straniero, o trasportare una paziente di cultura diversa, può costituire un problema, non solo linguistico: per l’operatore sanitario, ma soprattutto per l’altra persona. La nostra iniziativa fornirà dunque strumenti teorico-pratici per gestire e risolvere eventuali situazioni critiche, dovute all’incomprensione linguistica o alla diversità di costumi: nell’interesse reciproco, del soccorritore e del paziente”.

In regione sono migliaia coloro che – anche attraverso enti e associazioni come Croce Rossa e pubbliche assistenze varie – effettuano trasporti ospedalieri o intervengono per chiamate di emergenza-urgenza con ambulanze e automediche.

Il corso “Bicas” (acronimo di Building Intercultural Competencies for Ambulance Services: “Costruire competenze interculturali per i servizi di ambulanza”) prevede quattro incontri a Modena e il resto on-line, per un totale di 80 ore, gestite dalla cooperativa Anziani e non solo di Carpi.

@VolontariatOggi

Print Friendly