La nuova famiglia del Non profit – #RassegnaStampa

Vengono istituiti organismi come il consiglio nazionale e il registro unico del Terzo settore. La formula di impresa sociale nasce per facilitare lo sviluppo di realtà che si accompagnino a quelle esistenti, che sono prevalentemente cooperative. Della nuova famiglia del non profit dopo l’ok del Senato alla riforma del terzo settore parla Luca Mazza su Avvenire.

La nuova famiglia del Non profit su Avvenire di Luca Mazza
Il “mondo di mezzo” ora può contare su un unico quadro giuridico. Quel contenitore enorme e variegato che si colloca tra lo Stato e ilforprofit puro – formato, per intendersi, dalle associazioni senza scopo di lucro, dalle cooperative, dalle imprese sociali o dagli enti attivi nel volontariato – adesso diventa organico, organizzato, definito. Il ddl approvato due giorni fa dall’Aula del Senato, che dovrebbe essere varato definitivamente entro maggio con il via libera della Camera, regola in modo uniforme le diverse anime di un solo corpo. […]

Ecco cosa vuol dire accoglienza su Espresso di Alberto D’Argenzio
Sono nigeriano e cattolico, per me l’Italia è il cuore del cristianesimo e della fede: mi ha impressionato vedere cattolici come me che l’hanno su coi neri, che insultano, che ci attaccano. […]

L’autismo oltre le barriere, con l’aiuto degli chef su Sette di Andrea Milanesi
Secondo le stime più recenti, in Europa l’autismo colpisce circa 3,3 milioni di persone, ma le brutte notizie non finiscono qui: in mancanza di un sistema adeguato di supporto e aiuto da parte di istituzioni e società, oltre l’80% degli individui che soffre di questo disturbo neurologico non è infatti in grado di sviluppare capacità socio-relazionali sufficienti a garantire per sé una piena autonomia. […]

 

@VolontariatOggi

Print Friendly