30844799-2690-40c8-b2dd-aa0262952732

Migranti, Suor Carla crea fiabe per salvare ragazze dalla prostituzione

ROMA. Ancora vivo il dibattito circa i migranti, che si dirigono verso l’Italia e verso l’Europa. Dopo mesi di torture e sofferenze di ogni tipo i migranti giungono nel vecchio continente, ma anche qui purtroppo, ancora troppo spesso la trappola mortale della prostituzione. Una piccola grande eroina, Suor Carla , lavora per le strade di Roma e dell’Abruzzo per strappare le giovani donne alla prostituzione. Dal piccolo libro da lei scritto e illustrato, i fondi per sostenere il recupero delle donne nel nuovo cammino sociale e spirituale.

Suor Carla Venditti, dell’Istituto delle Apostole del Sacro Cuore di Gesù di Avezzano (AQ), pubblica il libro ‘Il Narciso Ribelle’, con le illustrazioni della stessa autrice. Suor Carla da più anni, assieme a consorelle e volontari, cercano di tirar fuori dalla strada tante ragazze vittime della prostituzione e del racket legato a questo.

Così Suor Carla Venditti autrice de ‘Il Narciso Ribelle’: “La storia racconta di un bulbo che doveva essere interrato assieme ad altri bulbi, ma non accetta di vivere assieme agli altri. Il bulbo non accetta di tirare fuori la parte migliore di sé, e decide di percorrere strade alternative. Dopo una serie di avventure del bulbo ‘ribelle’ , questo realizza che bosogna tirare fuori il meglio di sé, deve anche affrontare le battaglie della vita. Il libro è dedicato principalmente ai giovani odierni, che stentano a trovare la bellezza che hanno dentro di loro e che possono quindi intraprendere strade pericolose se non accompagnati”.

Il ricavato del libro sarà destinato alla missione anti tratta ‘Oasi Madre Clelia’, che si occupa di togliere dalla strada giovani donne e donare loro un percorso di libertà e dignità.

Suor Carla Venditti con il libro ‘Il Narciso Ribelle’ con i quali proventi si sostiene il progetto per strappare le ragazze dalle strade

Così Suor Carla: “Dopo l’invito di Papa Francesco, la nostra congregazione, ha accettato l’idea di aprire parte della Casa generalizia per accogliere le ragazze salvate dal giro della prostituzione, in un ex asilo appartenente all’Ordine delle suore. Ci rechiamo nelle strade più difficili di notte e, avvicinandoci alle ragazze, cerchiamo di creare un rapporto sincero e aperto con loro, basato prima di tutto sull’amicizia e la fiducia. Sentivamo che servisse altro e abbiamo creato una famiglia, non una casa d’accoglienza. È importate sentire l’urlo di Cristo sulla Croce per aiutare chi, come queste ragazze, vivono sofferenze fisiche e morali”.

“Vivo questa esperienza con altre due consorelle ed alcuni volontari esterni, oltre che assieme alle tre ragazze attualmente ospitate nel centro e salvate dalla strada”

“Noi non abbiamo nessun tipo di finanziamento e quindi dobbiamo industriarci e quindi organizziamo mercatini e vendiamo degli oggetti che le ragazze creano come bracciali, oggetti sacri, ecc. Siamo molto emozionate poiché in questi giorni diverremo anche associazione e quindi potremo ampliare sempre più la nostra famiglia, la nostra missione e veicolare un messaggio di speranza tramite le nostre opere. Abbiamo pochi mezzi a disposizione e quindi, per ora è possibile acquistare il libro presso il negozio di articoli religiosi “Cattolica” o nel negozio “Fantacarta” di Avezzano (AQ).

Print Friendly