IMG_0997

Millennial e donna: ecco l’identikit di chi acquista regali solidali

MILANO. Quali sono le categorie merceologiche e gli enti più visitati per i “regali solidali” del Natale 2018? Italia non profit ha studiato i comportamenti dei visitatori della pagina italianonprofit.it/regali-solidali-di-natale durante il periodo 4 – 17 dicembre 2018 ed ha rilevato alcuni interessanti trend. Il visitatore interessato ai regali solidali cerca prodotti che rispondono ai gusti dei destinatari; le 5 categorie di beni più scelti dai donatori sono state (in ordine di preferenza): shopper, tazze, portachiavi; cioccolato e dolciumi; oggettistica varia (zaini, borracce, calamite, etc.); agende, taccuini, quaderni e libri; bracciali.

A seguire “panettoni e pandori” o “ceste, vini e spumanti” prodotti sempre apprezzati. Ma qual è il profilo medio del donatore/consumatore che ha visitato la pagina dedicata ai “regali solidali”? Principalmente millennials, nella fascia di età compresa tra i 25 e i 34 anni, e di sesso femminile (per circa il 76% dei visitatori).

“Con questa iniziativa volevamo creare un’occasione in più di incontro tra le organizzazioni e le persone. I clic sulla pagina (http://italianonprofit.it/regali-solidali-di-natale) e il numero di visitatori in aumento ci dimostrano come i regali possano catalizzare l’interesse dei visitatori in questo periodo dell’anno diventando l’occasione per conoscere gli enti e le attività che portano avanti, scoprendone di nuovi” dichiara Giulia Frangione, Amministratore Unico di Italia Non Profit.

“Il 50% delle organizzazioni aderenti ha ricevuto più di 20 visitatori nel giro di 10 giorni, con picchi di oltre 600 visitatori: consideriamo un felice traguardo sia l’aver portato traffico di qualità sugli eshop di Natale, sia l’aver facilitato le persone e le aziende nel trovare ulteriori informazioni sugli enti, aiutandole ad orientarsi con facilità fra le cause sociali; l’iniziativa rimane gratuita ed accessibile per tutti” conclude Frangione.

E rispetto ai destinatari della donazione quali sono le categorie più cliccate e cercate? Al primo posto dei beneficiari la categoria “minori” seguita da “malati e disabili”. Al terzo posto “donne e mamme” e al quarto posto “animali”. In quinta posizione “migranti, profughi e rifugiati” (dati aggregati di categoria). gli enti che al 17 dicembre hanno ricevuto più visite grazie alla presenza sulla pagina dei “regali solidali” operano in differenti ambiti, a sottolineare che l’attenzione del visitatore è variegata ed estesa: cooperazione internazionale, assistenza sociale e socio sanitaria, ricerca, istruzione e formazione, supporto ai minori. i primi cinque enti in ordine di clic sono: Airc – Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, Fondazione Terre des hommes Italia Onlus, Fondazione Telethon, Cesvi Fondazione Onlus, Fondazione Mission Bambini.

“Condivideremo ulteriori dati quando il Natale sarà passato: per Italia non profit è importante mettere a fattor comune informazioni e indicazioni che emergono da operazioni di questo tipo, tanto per la crescita del Settore, quanto per generare – fuori dal Settore – una diversa attenzione verso i comportamenti sociali delle persone e delle aziende”, conclude Frangione. L’adesione per le organizzazioni non profit sarà aperta fino a venerdì 21, partecipare è semplice e gratuito: è sufficiente cliccare su “aggiungi e-shop” dalla pagina.

@VolontariatOggi

Print Friendly