Pasta antimafia che aiuta gli anziani. Nelle piazza italiane il 18 e 19 maggio

Pasta antimafia

ROMA. Si rinnova anche quest’anno l’importante appuntamento di solidarietà promosso dall’Auser contro la solitudine e l’emarginazione degli anziani.  Nei giorni 18 e 19  maggio 2013, i volontari dell’associazione saranno presenti nelle piazze italiane con “la pasta dell’Auser per ricordarsi degli anziani”. Verranno distribuiti migliaia di  pacchi di spaghetti biologici  a sostegno del Filo d’Argento, il servizio di telefonia sociale che aiuta gli anziani soli.  Una pasta “buona due volte”  perché  racchiude in sé i valori della solidarietà  e della legalità. La pasta dell’Auser nasce infatti dalla collaborazione  con il progetto Libera Terra che, grazie alla legge 109 del 1996, restituisce alla collettività beni confiscati alle mafie e sviluppa  un circuito economico legale e virtuoso. Sulle terre confiscate ai mafiosi si applicano i principi dell’agricoltura biologica.

Da 24 anni la rete Auser è impegnata a restituire  la speranza e il sorriso a migliaia di anziani soli. Il Filo d’Argento Auser è dotato di un  numero Verde Nazionale gratuito (800-995988),  attivo tutto l’anno festivi compresi dalle 8 alle 20 e di punti d’ascolto presenti in tutte le regioni.  I volontari si impegnano in attività di compagnia telefonica e domiciliare, trasporto per visite e controlli medici, accompagnamento per servizi vari,  aiuto per piccoli interventi a casa, consegna della spesa e dei farmaci, informazioni, aiuto nel disbrigo di pratiche burocratiche.

L’evento “la Pasta dell’Auser per ricordarsi degli anziani”,  ha permesso  in questi anni di dare sostegno al Filo d’Argento e  alle attività  dell’Auser di aiuto agli anziani soli, ha contribuito inoltre a sensibilizzare l’opinione pubblica sulla condizione degli anziani nel nostro Paese e a sottolineare l’importanza dell’impegno nel volontariato.
 
Il dramma della solitudine degli anziani

Siamo il Paese dove il 30% degli anziani con più di 65 anni vive da solo  e il record spetta alle donne con il 37,5% contro il 14,5% degli uomini. La crisi economica ha  accentuato fortemente le condizioni di fragilità ed il rischio di emarginazione sociale.

Nell’ultimo anno gli utenti seguiti dai volontari del Filo d’Argento sono cresciuti del 3,5% arrivando a  quota 450.000, per la maggior parte  si tratta di  donne molto  anziane con più di 75 anni, sole, che vivono nelle grandi città; i servizi  erogati sono cresciuti invece del 7,3% superando quota 2 milioni 360mila. Mentre gli enti locali si trovano costretti a ridurre o a tagliare i servizi sociali, il volontariato assiste ad una crescita esponenziale di richieste di aiuto. Nell’ultima indagine del Filo d’Argento, in base alle analisi svolte su un campione di circa 30 mila utenti, risulta che il 92% degli anziani assistiti non è inserito in un piano di assistenza pubblica, né è seguito da altri soggetti privati. Gli interventi di Filo d’Argento soddisfano una domanda sociale in forte crescita da parte degli anziani in genere non coperta dalle istituzioni locali.

Print Friendly