Riforma del Terzo Settore: 16 instant book gratuiti per “guidare” il cambiamento

MILANO. La Riforma del Terzo Settore sta entrando nel vivo e con l’approvazione dei decreti attuativi iniziano ad essere introdotte alcune novità che riguardano le associazioni, le cooperative ma anche quel patrimonio di esperienze, di partecipazione civile, di cittadinanza attiva diffuso su tutto il territorio del nostro Paese. Cambiamenti che chiedono un adeguamento dal punto di vista giuridico e fiscale, ma soprattutto un ripensamento e una nuova collocazione di ogni organizzazione all’interno del panorama delineato dalla Riforma.

Per accompagnare i “nuovi” enti del Terzo settore (ovvero gli Ets che saranno iscritti nel “registro unico nazionale) ad affrontare questi passaggi, i sei Centri di Servizio per il Volontariato della Lombardia, con la collaborazione e il contributo del Comitato di Gestione del Fondo Speciale per il Volontariato della Lombardia e la collaborazione di CSVnet, hanno realizzato la collana Bussole sedici instant book gratuiti, ciascuno dedicato ad uno specifico aspetto riguardante la Riforma e le modifiche introdotte dal Codice del terzo settore (D.Lgs. 117/2017).
Questi i titoli dei primi quattro testi scaricabili dalle sezioni dedicate dei siti di CSV Lombardia e di CSVnet: Chi sono gli enti di Terzo settore, Per chi non è ente del Terzo settore: cosa succede?, Le ODV prima e dopo, Le APS prima e dopo.

«La Riforma è un’occasione di cambiamento e di innovazione per l’intero sistema del Terzo settore, che potrà dare più concretezza alle molteplici istanze delle realtà sociali organizzate nel nostro Paese – spiega Attilio Rossato, presidente del Coordinamento dei Centri di Servizio per il Volontariato della Lombardia – Perché questo avvenga è necessario che gli enti del Terzo settore siano sostenuti e accompagnati, un compito che i CSV svolgono fin dalla loro nascita. Abbiamo scelto di farlo anche attraverso queste pubblicazioni, che raccolgono una serie di approfondimenti e linee guida che possano agevolare volontari, soci, dirigenti associativi e operatori nella lettura interpretativa delle norme introdotte o modificate dalla Riforma».

«La pubblicazione di questi strumenti, – dichiara il presidente di CSVnet Stefano Tabò, – è un servizio che rendiamo al terzo settore in piena coerenza con il mandato che la riforma assegna ai CSV: quello di ‘promuovere la presenza e il ruolo dei volontari in tutti gli eTs’. La conoscenza puntuale delle modifiche organizzative che ciò comporterà a breve termine in ciascuno di essi è fondamentale perché anche il volontariato sia favorito e sempre più al passo con i bisogni della società».

Nelle prossime settimane saranno pubblicati gli altri volumi della collana Bussole, che saranno in diretta continuità con i precedenti e avranno sempre un taglio pratico e divulgativo per permettere a tutti di comprendere con facilità i cambiamenti introdotti.

@VolontariatOggi

Print Friendly