San Casciano dei Bagni: inaugurato domenica il laboratorio creativo “Filo&Fibra”

SIENA. Da un rifiuto speciale, difficile da smaltire e dannoso per l’ambiente, rinasce una comunità, il senso di appartenenza e un’impresa che dà lavoro e genera ricchezza. Una ricetta semplice che si chiama “cooperativa di comunità” e che a San Casciano dei Bagni, in provincia di Siena, si concretizza in “Filo &Fibra”, uno spazio che è laboratorio di creatività, di co-working e un museo.

Il progetto è nato lo scorso anno con il sostegno della Regione Toscana, in collaborazione con il Comune di San Casciano dei Bagni, e seguito da Confcooperative Toscana. Sono tutte donne, che amano il loro territorio e vogliono vestire di innovazione le loro tradizioni. Lavorano i tessuti e il legname e li fanno rivivere, creando abbigliamenti e oggetti di arredo o per la casa a impatto zero per l’ambiente, liberi da micro plastiche e inchiostri dannosi. L’economia circolare è la loro visione di lungo periodo e la applicano in ogni creazione, a partire dalle materie prime. Come per la lana, un rifiuto speciale, che ha costi molto alti di smaltimento, troppo per le piccole aziende locali, così viene raccolta e trasformata in qualcosa di nuovo.

Domenica 4 agosto, dalle ore 17, si è tenuta l’inaugurazione dei locali della Cooperativa di Comunità “Filo&Fibra” in via del Poggio a Celle sul Rigo. Spazi restaurati dal Comuni e messi a disposizione della cooperativa che ospiteranno uffici condivisi, spazi aperti al pubblico dotati di wi-fi, laboratori e un museo attivo della macchina da cucire. Parteciperanno il sindaco di San Casciano dei Bagni, Agnese Carletti, il presidente della Cooperativa “Filo&Fibra”, Gloria Lucchesi. Nel corso della serata si è tenuta la Cerimonia del Tè Verde giapponese a cura di Junko Fukui e saranno presentati i lavori di Anna Maria Eustachi (fotografa), Paola Caselli (acquerelli), Giacomo Bernardini (architetto) e Giuditta Mariani (artista “del recupero”).

Non è l’unico spazio della cooperativa di Comunità sul territorio, “Filo&Fibra” coinvolge tutte le frazioni: San Casciano dei Bagni, Celle sul Rigo, Palazzone e Ponte a Rigo. Per informazioni: filofibracoop@gmail.com;

Siamo molto soddisfatti della risposta che le cooperative di comunità stanno avendo sui territori – commenta Claudia Fiaschi, presidente di Confcooperative ToscanaDa qui si riparte per dare una nuova possibilità ai piccoli centri, contro l’abbandono e lo spopolamento. Confcooperative investe molto su queste realtà, supportando le persone in tutto il percorso, dall’idea iniziale fino alla materiale realizzazione. Un’esperienza umana positiva e anche una bella opportunità per creare lavoro e ridare nuova vitalità ai piccoli centri”.

@VolontariatOggi

Print Friendly