volontariato

Un giorno in dono (al volontariato) – #RassegnaStampa

“Un giorno in dono” è l’iniziativa promossa da Sodalitas di estendere tutti i suoi oltre 18mila dipendenti sul territorio la possibilità di “donare” una giornata di ferie, trasformandola in un giorno di lavoro a favore di un’organizzazione non profit (onp). Su Avvenire. Abbiamo selezionato anche sul Corriere della Sera l’articolo sulla richiesta fatta dal Viminale di trovare subito 6.500 posti per gli immigrati. 800 mila bambini hanno dovuto lasciare le loro case per il conflitto fra Boko Haram ed esercito in Nigeria. Lo racconta “La Stampa”.

«Un giorno in dono» al Non profit su Avvenire, di Andrea Turri
La sperimentazione nel 2014 aveva riguardato l’area di Milano e provincia, ottenendo risultati incoraggianti. Così quest’anno il Gruppo Mi Banca ha deciso d’investire ancora di più sul volontariato aziendale, estendendo a tutti i suoi oltre 18mila dipendenti sul territorio la possibilità di “donare” una giornata di ferie, trasformandola in un giorno di lavoro a favore di un’organizzazione non profit (onp). […]

Poco tempo per evitare il peggio su Corriere della Sera, di Franco Venturini
Mediterraneo si uniscono ormai all’ansia della fretta e alla paura dell’impotenza. Sono «soltanto» dieci i morti di ieri. Ma negli ultimi quattro giorni i migranti sono stati quasi settemila. E siamo soltanto in aprile, all’alba della buona stagione. Chi dedica ai flussi migratori dalla Libia una attenzione professionale ritiene che l’Italia abbia due mesi, tre al massimo, prima che sulle nostre coste meridionali si abbatta uno tsunami di diseredati: 250.000 secondo gli ottimisti, 500.000 per chi crede che a mettersi in moto sarà un «bacino» più ampio costantemente alimentato dal moltiplicarsi delle guerre, dal Corno d’Africa allo Yemen, dalla Siria più che mai in fiamme all’Iraq dove si tenta di contenere l’Isis.[…]

«Servono subito 6.500 posti». La circolare inviata ai prefetti su Corriere della Sera, di Florenza Sarzanini
La richiesta partita dal Viminale e indirizzata ai prefetti è perentoria: trovare subito 6.500 posti anche con «provvedimenti di occupazione d’urgenza e requisizione». Perché la situazione è ormai al collasso, i luoghi destinati all’accoglienza sono pieni e soprattutto non si sa che cosa accadrà nelle prossime settimane. Le previsioni parlano di migliaia di persone pronte ad arrivare in Italia, i numeri già forniscono il quadro dell’emergenza con 120 sbarchi dall’inizio dell’anno che fino a ieri mattina hanno portato nel nostro Paese 18.260 persone. […]

«Più lavoro e crescita contro le disuguaglianze» su Secolo XIX, di Paolo Mastrolilli
Sul bavero della giacca di Jim Yong Kim spicca un bottone con su scritto « End Poverty». È l’obiettivo che la Banca Mondiale si è data per il 2030, ma per centrarlo ha bisogno che i Paesi sviluppati come l’Italia continuino le riforme necessarie a favorire la crescita, epoi investano nello sviluppo. E l’appello che Kim, presidente (americano) della Banca, lancia in questa intervista esclusiva, alla vigilia dei vertici di primavera della Banca e dell’Fmi, «contando anche sull’aiuto che ci ha promesso Papa Francesco». […]

L’Unicef: 800 mila bambini in fuga su La Stampa
Sono 800 mila i minori che hanno dovuto lasciare le loro case per il conflitto fra Boko Haram ed esercito in Nigeria. Lo denuncia l’ultimo rapporto dell’Unicef sul Paese, a un anno esatto dal rapimento di oltre 200 studentesse a Chibok. Ieri è giunta su di loro una nuova testimonianza: 50 di loro sarebbero state viste vive, nella città di Gwoza.

@VolontariatOggi

Print Friendly