Ventimiglia, nei loro panni – #RassegnaStampa

Sabato tranquillo per i profughi a Ventimiglia, luogo simbolo della chiusura Europea ai profughi. La giornata è stata caratterizzata dalla celebrazione della Messa da monsignor Suetta. Lo racconta Avvenire. Sempre su Avvenire si parla della Comunità di Sant’Egidio, che nel corso di un convegno ha proposto linee d’azione per affrontare l’emergenza profughi. Infine, in occasione della giornata del rifugiato, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha assicurato che l’Italia si impegnerà a fare il necessario per i richiedenti asilo (Corriere della Sera).

Ventimiglia, nei loro panni su Avvenire, di Andrea Di Blasio
Sabato tranquillo per i circa 170 migranti che bivaccano sugli scogli di Ponte San Ludovico, a due passi dal confine con la Francia. […]

“Blocco navale? Controproducente. Ma si può controllare l’emergenza” sul Corriere della Sera, di Aldo Cazzullo
Il generale Claudio Graziano, 6i anni, piemontese di Villanova d’Asti, si è insediato tre mesi fa come capo di stato maggiore della Difesa, e si ritrova con l’Isis in Libia, gli sbarchi sulle coste, 4 mila uomini nei luoghi più pericolosi della terra – Iraq, Afghanistan, Somalia, Libano – e ovviamente il bilancio da tagliare. Questa è la sua prima intervista. […]

La bussola dell’emergenza migranti su Il Sole 24 Ore, di Rossella Cadeo e Alessia Di Pascale
In attesa del vertice dei leader europei del 25 e 26 giugno, sul tenia migranti la tensione resta alta. Del resto, se in queste settimane si susseguono freneticamente i tentativi di accordo tra i vari Stati, è almeno dal 2on, con lo scoppio della primavera araba e l’intensificarsi degli arrivi dall’Africa del Nord, che l’Europa ha sul tavolo il dossier della ripartizione degli oneri tra Stati membri in materia di migrazione. […]

Migranti, l’appello di Mattarella sul Corriere della Sera, di Mariolina Lossa
«L’Italia continuerà a fare quanto necessario per assicurare a chi chiede asilo un trattamento rispettoso dei diritti fondamentali e della dignità umana», dice il capo dello Stato, Sergio Mattarella, nella Giornata mondiale del Rifugiato. Ma auspica allo stesso tempo un «crescente contributo dell’Unione Europea e della comunità internazionale». Perché il nostro Paese, assicura il presidente della Repubblica, «sente alto e forte il dovere di solidarietà nei confronti di chi giunge qui coltivando l’ispirazione e la speranza verso una vita più sicura e un avvenire per sé e i propri figli», ma bisogna fare sforzi comuni per sensibilizzare «l’opinione pubblica e le classi dirigenti sul dramma di chi vive quotidianamente gli orrori della guerra, la tragedia delle persecuzioni, la miseria e le migrazioni forzate». […]

Sant’egidio. Cinque proposte per l’accoglienza su Avvenire
Nella Giornata mondiale del rifugiato si è svolto a Roma un convegno organizzato dalla Comunità di Sant’Egidio nel corso del quale sono stati proposti alcuni punti per affrontare l’emergenza profughi. Si comincia dalla `sponsorship” da parte di associazioni, Chiese, privati: si chiama direttamente dal Paese di provenienza (si può cominciare con Siria e Iraq, attraversate dalla guerra) evitando i rischiosissimi viaggi della speranza.

@VolontariatOggi

Print Friendly